Gli stiper sono dischi di silicio cristallizzato (SiO2 o quarzo) utilizzati per ristabilire nell’organismo quell’equilibrio indispensabile per uno stato di benessere. La loro azione si sviluppa attraverso la trasmissione della loro carica vibrazionale sia sui punti di agopuntura tradizionali che sui chakra.

La particolare struttura cristallina dello stiper gli consente di assorbire l’energia erratica del corpo che presenta disturbi funzionali, per trasformarla, ricreando così una condizione di armonico fluire dell’energia vitale all’interno dei meridiani.

Una delle proprietà caratteristiche dei cristalli di quarzo, infatti, consiste nella capacità di sviluppare una modulazione della nostra energia: essa viene dispersa quando risulta in eccesso, tonificata quando ne siamo carenti. Il risultato finale, come già accennato in precedenza, sarà rappresentato dalla correzione di uno stato di disarmonia energetica che sempre accompagna una varietà imponente di disturbi.

Gli stiper possono essere applicati tanto ai bambini che agli adulti dal momento che non presentano alcun effetto collaterale o controindicazione specifica.

Gli Stiper possono essere applicati anche come supporto dopo un trattamento di moxibustione oppure direttamente su una contrattura, una zona dolente o sui punti trigger.

Possono essere utilizzati nella riabilitazione post chirurgica per accelerare i tempi di recupero del tessuto circostante la cicatrice.

Possono essere usati in campo estetico per intervenire sulla ritenzione idrica o la cellulite, oppure come strumento anti-aging per la bellezza della pelle.

Nel mio studio utilizzo Stiper di 3 misure:

-12 mm: per riequilibrare i chakra o per trattare contratture o zone dolenti (muscoli o articolazioni).

-9 mm: consente un’azione sia sul corpo fisico che su quello sottile, adatto ad essere applicato sui punti di agopuntura.

-6 mm: lavorano sulle energie più sottili e per questo sono adatti ad essere applicati sui bambini o sulle persone sensibili.

 

Leave a Reply